Le Class

Federazione Italiana Danza Sportiva

Danza Competitiva

Danza Competitiva

markus

A lezione di ballo... un competitore deve apprendere coreografie, tecnica, musica e regole.
Entreremo in una scuola e cercheremo di uscirne con informazioni che dovranno essere obbligatoriamente,

Capite, Sviluppate, e Praticate.

Cito un aneddoto di un grande campione del mondo, quando, una signora avvicinandosi gli disse che vederlo a ballare era meraviglioso, perchè tutto gli veniva naturale e facile.
Allora lui prese la signora si avvicinò alla finestra della scuola e le disse: "Guardi! Io non vedo nessuno li fuori che balli il Valzer lento, il Tango, lo Slow fox o altri balli, dunque...si ricordi che quello che io riesco a far vedere, naturale e semplice, è il frutto di ore e ore di studio e pratica, affinchè possa nascere in Me un ballo consapevole.
Poi sopra a questo oqnuno ci metta la propria interpretazione è questo ci differenzia uno dall''altro.

L’apprendimento della danza deve avere tre fasi:
Lo Studio - La Pratica - La Gara

1. Lo studio…
Prendere lezioni dai nostri maestri, per capire tecniche o altre informazioni che possono migliorare la qualità o l’espressività del nostro ballo.

2. La pratica…
Se la lezione è stata assimilata e capita, ora bisogna trovare il modo che la testa comunichi con il corpo e, per fare questo abbiamo bisogno di tempo e di molta pratica.
L’errore di molti è quello di fermarsi alla fase di studio e, non applicare sufficientemente la pratica in un rapporto doppio di tempo rispetto alle lezioni effettuate.

Per diventare un campione non bisogna solo conoscere, (cosa devo fare).

Bisogna soprattutto far vedere con il proprio corpo quello che si conosce.
(come lo faccio, come lo sviluppo)

Dunque ritengo che la pratica sia la parte fondamentale del successo di ogni ballerino.
Il segreto del successo è nascosto tutto nella pratica, e nel aver ricevuto e capito delle informazioni chiare e dettagliate.

3. La gara…

blackpool

La gara serve a valutare se riesco ad eseguire quello che mi sono prefissato durante le ore di pratica, in una situazione di “Stress".

In effetti fra, Giudici, Avversari, Pubblico, Gli amici, L’abito, La pista, Avviso di chiamata, La paura. 
lo Stress durante la gara è di certo notevole.

Dunque dovrei arrivare a fare una gara quando sono riuscito ad assimilare le prime due fasi, solo allora io mi metto alla prova, per valutare se la situazione di Stress mi disturba o danneggi la mia performance.

Specialmente quando di gare c’è ne sono troppe e tra una gara ed un’altra, non c’è il tempo di migliorare, vorrei vedere le coppie che prendono il tempo necessario per migliorare i propri concetti.

E’ logico che la partecipazione alle gare è allettante, ma a volte bisogna anche guardarsi allo specchio e valutare se la gara è necessaria oppure se è un ostacolo alla nostra crescita competitiva.

 

Bacheca Danza Competitiva
  • Bacheca
    • Corso formativo TRAINER di disciplina

      Vuoi diventare TRAINER di disciplina...

      Leggi tutto...

    • Atleta eccezionale

      Salve, futuri atleti “ECCEZIONALI”! Tutti noi abbiamo sognato di essere i migliori nella carriera o...

      Leggi tutto...

    • Campionati italiani F.I.D.S. 2018

      CAMPIONATI ITALIANI FIDS 2018

      Leggi tutto...

    • Bacheca vendesi

      ATELIER LeClass. Vendesi, per ragioni di cambio VENDO

      Leggi tutto...

    • Allenamenti Guidati Dss.Fids

      Info allenamenti per tutti i competitori FIDS. TRAINING LECLASS "WE FOR...

      Leggi tutto...

    • Rassegne Esibizioni Stage

      S informa che gli atleti della scuola sono...

      Leggi tutto...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.